Document Actions

Saluto

Titelbild IT

Palazzo Grifoni in Piazza Santissima Annunziata è un monumento fra i più eminenti dell’architettura fiorentina del rinascimento. Ugolino Grifoni, segretario del granduca Cosimo I, lo commissionò nel 1561 a Bartolomeo Ammannati. Nel 1890 il palazzo venne acquistato dalla famiglia Budini Gattai, a cui risale la radicale ristrutturazione degli interni. L’appartamento al piano nobile, preziosamente decorato e affrescato, è da annoverare fra le più importanti e anche meglio conservate testimonianze della cultura rappresentativa delle élites fiorentine intorno al 1900. Qui si è installata nel gennaio 2010 la Fototeca del Kunsthistorisches Institut in Florenz, Max-Planck-Institut. Nelle sale, soggette a severi vincoli di tutela, è stato possibile allestire una moderna struttura di ricerca solo a patto che i pavimenti dipinti e le pareti tappezzate e affrescate non fossero toccati dall’allestimento. Questo infatti “galleggia” su un doppio pavimento che accoglie anche il cablaggio (elettricità e rete) così come la struttura di acciaio a cui sono ancorati gli scaffali. Il nuovo allestimento ha permesso di sistemare al piano nobile tutte le fotografie nell’abituale collocazione in scaffale libero a presa diretta. Su questa base la Fototeca potrà continuare a svilupparsi in un centro di ricerca per la storia e la promozione delle tecnologie per la produzione di immagini. La campagna fotografica realizzata prima del trasferimento nel palazzo documenta per la prima volta sistematicamente l’apparato decorativo dell’appartamento Budini Gattai, che così potrà essere finalmente studiato. Una prima indagine era stata iniziata da Tamara Hufschmidt, alla quale desideriamo dedicare questa mostra online.

Costanza Caraffa